1

stazione arona

ARONA-15-9-2016- Non poteva cominciare nel peggiore dei modi il mese di settembre per i pendolari della linea ferroviaria Domodossola – Milano. Si è cominciato il 12 settembre con un convoglio verso Milano che, da Sesto Calende, ha viaggiato con una porta spalancata e senza controllo alcuno. Ma il peggio doveva ancora arrivare come ha commentato Lisa Tamaro, presidente del Comitato pendolari delle tratte Domodossola – Milano e Arona – Novara: “Forse la giornata peggiore è stata il 13 settembre: su 52 treni ben 24 hanno viaggiato in ritardo. Oltre a questo sono stati soppressi ben tre convogli. Il treno dei pendolari per antonomasia, quello che arriva a Milano alle 8.35, è stato soppresso per un problema di malfunzionamento alle porte. Il treno successivo è stato puntuale, ma ha dovuto farsi carico di un numero di passeggeri spropositato”.

La mattinata è proseguita con il treno delle 9 fatto partire prima, senza tenere conto dei pendolari che l’avrebbero preso.

E anche da Milano e Domodossola, la situazione è stata ai limiti del surreale: tutti i treni, a partire dalle 14.30 hanno accumulato dai 20 a 45 minuti circa di ritardo, creando disagi e caos su tutta la linea. Ora si attende la risposta di Trenord alla missiva inviata dalla presidente Tamaro  

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.