1

invorio municipio 1INVORIO -23-05-2018 - Con un'apposita delibera

di giunta, l’amministrazione comunale di Invorio ha provveduto a sospendere il pagamento della 1° rata dell’Imu su terreni incolti o coltivati a titolo non imprenditoriale per l’anno 2018.  "Questa decisione – ha commentato il sindaco Roberto Del Conte - ha una mera ed esclusiva valenza politica, e non tecnica, che si fonda sulle mancate risoluzioni, considerazioni o rilievi da parte degli organi Ministeriali preposti, ai quali l’amministrazione comunale si è rivolta per ben tre volte negli ultimi mesi: lo avevamo anticipato agli Invoriesi a fine 2017, ora lo abbiamo fatto. Tale deliberazione e’ la risposta concreta a un principio onesto e determinato: si paga ciò che è dovuto”. In data 3 gennaio 2018, infatti, volutamente solo a conclusione del pagamento della 2° rata dell’esercizio di bilancio 2017, l’ufficio Tributi del Comune di Invorio aveva inoltrato alle autorità competenti la richiesta di un chiarimento del legislatore, vista l’intricata e incerta situazione normativa ad approfondimento della risposta nel corso del Question Time 4 maggio 2016 a cui non hanno fatto seguito, però, interventi legislativi di puntuale definizione della base imponibile. A fronte di una mancata risposta dello Stato, si e’ provveduto a reiterare il quesito con una seconda lettera; di fronte al persistente silenzio, il Sindaco ha scritto una terza volta con lettera anticipando che in assenza di riscontri si sarebbe provveduto alla sospensione degli incassi. " L’importo complessivo di questo tributo è di poco superiore a 20mila euro: nulla di rilevante ai fini del nostro bilancio, che gode di misurati equilibri e che non ci impone di dover incrementare la tassazione per fronteggiare la spesa; tanto è vero che, come gia’ anticipato a fine 2017, le somme relative a questo tributo sono state prudenzialmente accantonate in fondi vincolatiproprio per poterne disporre per l’eventuale restituzione se il tributo non fosse dovuto. Parimenti, le medesime somme previste oggi in entrata sono prudenzialmente finanziabili con avanzi di amministrazione. Pertanto, tutto ciò esclude che l’incasso o meno del tributo possa in qualche modo pesare sul bilancio di previsione 2018”. Gli invoriesi non saranno cosi’ chiamati a versare entro il 16 giugno 2018 l’IMU sui terreni incolti o coltivati a titolo non imprenditoriale.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.