1

arona municipio

ARONA - 11-08-2018 -Sull' abolizione della Legge Mancino, il Pd ha chiesto  una discussione urgente, l'idea è stata bocciata. Gli effetti della polemica sulla proposta del ministro della famiglia Lorenzo Fontana di abolire la Legge Mancino che prevede sanzioni per chi propaganda idee fondate sulla superiorità o sull’odio razziale o etnico o per chi istiga a commettere o commette atti di discriminazione per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi, sono giunti fino ad Arona. Nino Muscarà del Pd ha presentato un ordine del giorno urgente chiedendo che fosse anche pubblicato sul sito intenet del Comune. Spiega: "Ho chiesto, alla luce delle gravi proposte presentate da Fontana, che il consiglio comunale esprimesse la propria netta contrarietà alla abrogazione della Legge Mancino in difesa dei valori antifascisti che sono alla base della nostra Costituzione". La maggioranza ha deciso di posticipare l’ordine del giorno ad altra data, raccogliendo l’assenso anche di Ferruccio Cairo e di Carla Torelli. (M.R)

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.