1

incontro rfi

ARONA -13-03-2019 - Un incontro con

l'amministratore delegato di RFI, dott. Maurizio Gentile è avvenuto ieri a Roma fra il sindaco di Arona, Alberto Gusmeroli, quello di Gattinara, Daniele Baglione e l’Avvocato Lisa Tamaro consulente del Comune e del Comitato dei sindaci. "Abbiamo parlato della questione dei rumori dei treni merce e delle vibrazioni - ha spiegato Gusmeroli dando notizia dell'incontro sui social - Siamo stati informati che dal 2020 la Svizzera applicherà una normativa sul tipo di treni merci che dovranno essere rispettosi di una normativa Europea antirumore e quindi giocoforza tutti i treni merce che passeranno sulla tratta Novara-Domodossola e Milano-Domodossola che andranno in Svizzera dovranno essere adeguati agli obblighi Svizzeri. Questo determinerà significativi miglioramenti sia in termine di rumore che vibrazione": E ancora: " Abbiamo chiesto massima attenzione ai passaggi a livello di Gravellona Toce, Omegna e sulla tratta Novara Domodossola in cui si sono verificati casi di non abbassamento delle sbarre. Su questo ci hanno garantito la massima attenzione e la prossima installazione di nuovi sistemi software innovativi che supereranno qualsiasi criticità - ha aggiunto il primo cittadino -Abbiamo chiesto di intensificare la manutenzione delle infrastrutture, spesso causa di ritardi e soppressioni di treni dei pendolari". In particolare, per la stazione di Arona, il sindaco ha chiesto oltre al funzionamento del secondo ascensore, "la realizzazione del marciapiede lato stazione verso Corso Repubblica. Per quest’ultimo Mi è stato garantito l’inizio lavori per il mese di luglio. Ho chiesto che vengano sistemate le pensiline che sono tutte puntellate e circondate da rete da cantiere. Non è un bel vedere per una stazione importante come Arona". Novità anche per l’Arona-Santhia: "Rete ferroviaria italiana ha confermato che se c’è una richiesta di riavvio della linea da parte della Regione Piemonte loro sono tenuti a fare tutti i lavori per la messa in esercizio della linea. Così anche se altre società di trasporti ferroviarie italiane o straniere facessero domanda".

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.