1

vino pro loco

INVORIO - 12-05-2019 - La  Pro loco di Invorio ha organizzato venerdì sera, a Casa Curioni, un gradevole incontro tra appassionati del buon bere e della coltura della vite. Ha parlato il sommelier Corona Claudio di Cavallirio che ha raccontato la storia della vite dall'origine in area caucasica fino ai giorni nostri. Le sue spiegazioni sono state intervallate da squisiti assaggi di vini della cantina Cantalupo di Ghemme accompagnati da gustosi accoppiamenti di cibo. I vini proposti sono stati quattro: Mia Ida, Primigenia, Villa Horta e Agamium. Alberto Arlunno, titolare della Cantina ha poi descritto i suoi vini e i territori da cui provengono legando la loro introduzione ai monaci cluniacensi che hanno avuto a Ghemme una presenza testimoniata da una storica cappella. La serata è terminata con la proiezione di immagini di Borgomanero relative al periodo tra il 19esimo e 20esimo secolo rappresentanti scene di vita popolare e momenti delle feste dell'uva. Oltre al sindaco Roberto Del Conte, alla serata ha partecipato il consigliere provinciale Ivan De Grandis.

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.