1

lampadina energia

MILANO – 27-07-2020 – Fondazione Cariplo

e Banco dell’energia onlus, realtà non profit promossa da A2A, Fondazione ASM e Fondazione AEM, lanciano la terza edizione del bando Doniamo Energia, con l’obiettivo di alleviare e contrastare le nuove povertà e la vulnerabilità sociale, tramite interventi in grado di intercettare le persone e le famiglie fragili e favorire la loro riattivazione attraverso misure personalizzate.

“Il bando rappresenta la prima linea di intervento di un programma più ampio di contrasto alla povertà promosso dalla stessa Fondazione Cariplo che si svilupperà per fasi e azioni graduali, con forte attenzione ai singoli contesti territoriali e che sarà realizzato anche in collaborazione con Fondazione Vismara e con un ruolo attivo delle Fondazioni di Comunità – si legge in una nota - La riprogrammazione di Fondazione Cariplo per il 2020 ha individuato infatti tra gli obiettivi prioritari attorno ai quali riorientare le risorse e l’impegno delle Aree Filantropiche della Fondazione, il contrasto alle nuove povertà. L’emergenza sanitaria e le misure di contenimento del contagio hanno fermato buona parte dell’economia italiana, e non solo, e gli effetti sulla popolazione più fragile si sono sentiti fin dalle prime settimane: si teme che la popolazione in povertà possa raggiungere la quota dei 10 milioni, rispetto ai 4,6 milioni stimati dall’Istat nel 2019 e alcune fasce di cittadinanza sono in evidente crisi già in questi mesi”. ​

Doniamo Energia nasce nel 2016 per sostenere interventi a favore della popolazione vulnerabile: non riuscire a pagare una bolletta è, per molte famiglie, un primo segnale di difficoltà economica e poter intercettare precocemente quelle famiglie, orientarle e sostenerle per permettere loro di ripartire è, fin dai primi passi della collaborazione tra Fondazione Cariplo e Banco dell’Energia, un obiettivo condiviso con le realtà territoriali che hanno presentato i progetti. Nelle due precedenti edizioni, le 31 progettualità selezionate hanno attivato un percorso personalizzato per 1.779 nuclei famigliari grazie al supporto di 362 enti coinvolti sul territorio lombardo: i servizi e le attività realizzate dalle reti territoriali riguardano il sostegno per il pagamento di bollette per forniture energetiche, azioni di orientamento al lavoro e ai servizi territoriali e, per le situazioni più fragili, un vero e proprio accompagnamento e di messa in campo di strumenti come le borse lavoro e tirocini. Secondo l’analisi realizzata da Fondazione punto.sud sulle famiglie intercettate dai 15 progetti sostenuti dalla prima edizione del bando, emerge come “vulnerabile” una popolazione in cui è alta la percentuale di nuclei famigliari che vivono in una casa in affitto (37%), in casa popolare (31%) e in una casa di proprietà (17,5%). Per quel che riguarda il titolo di studio, i dati fanno emergere che il 45% delle persone beneficiarie ha conseguito un diploma o una laurea. Dal rapporto di monitoraggio si evince, inoltre, che nel 71% dei casi le condizioni delle famiglie sono migliorate rispetto a quelle di partenza, in particolare, per quel che riguarda la situazione debitoria e reddituale, grazie a interventi che hanno previsto, nella maggior parte dei casi, sia azioni di sollievo immediato (sostegni economici), che di orientamento e di vera e propria riattivazione.

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.