1

dieta

NOVARA - 31-07-2020 -- Alcune segnalazioni

di figure professionali che promettono trattamenti “miracolosi” per la perdita di peso sono arrivate all’Ordine dei medici chirurghi e odontoiatri della provincia di Novara.  "In alcuni casi – spiega il presidente dell’Ordine, il dott. Federico D’Andrea – sono stati rilevati seri problemi di salute. Ci è stato segnalato il caso di alcuni pazienti che, messi sotto rigorosa dieta iperproteica, hanno tracciati Ecg che segnalano forti iperpotassemia, una situazione particolarmente rischiosa". Il mercato delle diete è particolarmente attrattivo è facile che anche chi non ha un riconosciuto percorso formativo di base si getti a capofitto nel business, approfittando di chi spera in un dimagrimento miracoloso, senza essere informato dei rischi che può correre se non è seguito da un medico.  "Ormai chiunque si sente in diritto di indicare la “dieta giusta” – prosegue D’Andrea – E’ lecito per chiunque rivolgersi a chi meglio crede, l’importante è che venga adeguatamente informato e poi possa decidere liberamente. Bisogna chiarire chi può fare che cosa e affermare a chiare lettere che chi non è medico, ovvero non è laureato in medicina, non può svolgere attività medica. Non può, cioè, richiedere esami, non può compiere visite approfondite, non può prescrivere diete: al di là del fatto che altre professioni possano avere conoscenze nutrizionistiche, la prescrizione di una terapia (e la dieta è una terapia) si configura come abuso della professione medica. E in ogni caso bisogna diffidare di chi promette perdite di peso miracolose".

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.