1

covid coronavirus

ARONA - 16-10-2020 -- Il vicesindaco di Arona,

Alberto Gusmeroli ha aggiornato sulla situazione epidemiologica in città.


"Abbiamo in questo momento 15 persone positive. Di queste, sei persone che erano già ricoverate in una struttura sanitaria e lo sono ancora. Nove casi di cui due persone le infezioni le hanno contratte in altre strutture sanitarie ma stanno tutti bene e sono a casa. Noi chiamiamo tutte le persone positive al momento in cui ne veniamo a conoscenza e periodicamente per sapere come stanno e dove c’è necessità aiutiamo per la spesa o piccole necessità. Alla necessità ci sentiamo con i medici di famiglia. Ci sentiamo giornalmente con l’ASL e il servizio Sisp per i tamponi o altre necessità. Ci sentiamo giornalmente con la Preside di materne, elementari e medie", ha sottolineato. 
"Sappiamo da settimane che la situazione non poteva e non potrà che aumentare, per questo in Comune abbiamo e per chat H24 un piccolo Comitato ristretto per il monitoraggio Covid composto oltre che dal sottoscritto, dal sindaco Federico Monti, dall’assessore Monia Mazza e dal Dirigente Giovanni Vesco, al bisogno è allertata Marina Grassani per i servizi sociali e Chiara Autunno  per le scuole".


Il vice sindaco ha inoltre ricordato alcune regole basilari:


- Se non si sta bene per qualsiasi ragione allertare subito il proprio medico di famiglia, di solito i sintomi del Covid sono: cambio del gusto, tosse o febbre


- A tampone positivo si è in quarantena (dieci giorni) e anche i propri conviventi verra’ fatto tramite il medico di famiglia il tampone per loro, tenendo subito a casa i figli e avvisando la scuola


- Le persone che hanno patologie o over 65 anni rigidamente devono mantenere le distanze, evitare luoghi affollati e usare mascherine.
- Lavarsi frequentemente le mani, indossare le mascherine quando è prescritto e mantenere le distanze


"Evitare di farsi angosciare, farsi prendere dall’ansia da migliaia di notizie tanto nessuno ha certezze in questo campo, per cui se si mantiene il giusto equilibrio tra attenzione massima e comportamenti normalidi vita è più facile vivere sereni e coabitare con il virus, continuando a lavorare per non appensantire le difficoltà economiche.
 Come Comune cerchiamo di aiutare, tramite i servizi sociali, tutte le situazioni di difficoltà delle famiglie", ha concluso.

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.