1

skate park

ARONA- 22-01-2017- “No allo skate park in Corso Europa”. Con un comunicato stampa gli ex consiglieri Mara Cavalli, Mario Ziggiotto e Agostino Di Natale, ora confluiti nel gruppo che appoggia i consiglieri di minoranza di Costruiamo il Futuro criticano la decisione della giunta di realizzare uno skatepark in Corso Europa. Scrivono : “Dopo aver per anni sostenuto che il porto turistico (oggi sogno irrealizzato) avrebbe rilanciato l'economia aronese, il sindaco Alberto Gusmeroli, annunciando la costruzione di uno skatepark in fondo a corso Europa, ha dichiarato che Arona saprà attrarre anche questo tipo di turisti. Abbiamo accolto la bizzarra notizia con sarcastica ilarità; dopo aver fallito con diportisti e velisti il legare lo sviluppo turistico agli skater boys appare idea poco congrua con l'obiettivo dichiarato e per di più dimostra che chi l'ha formulata non abbia senso pratico (o verosimilmente l'abbia perso) e non colga, fino in fondo, l'odierno contesto sociale. Non possiamo sottovalutare poi il rischio di qualche colata di cemento in corso Europa, ove l'equilibrio ambientale è particolarmente fragile”. I tre sono critici anche sul posizionamento di un distributore automatico di merende e bibite gassate in via Monte Nero: “E' utile evidenziare, a tal proposito, che l'idea di una proposta normativa che tutelasse la salute dei minori dai rischi alimentari intervenendo sui cibi contenuti nei distributori automatici, lanciata in occasione del Salone Internazionale del Gusto di Torino (23-27 ott. 2014) dagli Assessori all'agricoltura delle Regioni Italiane, è diventata proposta di Legge”. I tre concludono con delle proposte: “Non è preferibile ubicare lo skatepark in area non sensibile ad aspetti ambientali e più prossima al centro sportivo? Non sussiste alcun bisogno sociale per dover necessariamente fruire della disponibilità di un distributore di alimenti e bevande, di dubbia qualità, posizionato sotto l'egida dell'Amministrazione comunale, al cui interno ricopre un qualificato ruolo istituzionale (Marina Grassani assessore al Welfare ndr)”. Lo Skate Park a lago è difeso invece da Roberto Signorelli di Lega Ambiente del Basso Lago Maggiore: “Non si farà sulla spiaggia, ma in un'aiuola. E' un sistema per aggregare i ragazzi e non è invasivo. Abbiamo ricevuto la protesta anche di un professionista aronese. Preoccupazioni esagerate”.

Maurizio Robberto

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.