1

App Store Play Store Huawei Store

arona panoramica alto

ARONA – 20-06-2017- Arco di Palmira, di notte un assedio: bottiglie, rifiuti e anche siringhe. La denuncia arriva da Andrea Ferri, commerciante e esponente dell'Ascom cittadina che vorrebbe interventi rapidi : “Chiedo, a nome dei residenti, l'intervento dell'Amministrazione per evitare questo scempio giornaliero che ormai dura da molto tempo. Ci sono bambini che giocano in mezzo alle siringhe, carta igienica utilizzata da adulti per i loro bisogni, alla notte ci si può trovare di fronte a branchi di incivili che utilizzano le vie limitrofe alla piazza San Graziano, “culla” dell'arco di  Palmira, per qualsiasi tipo di azione.” Problematiche rimarcate da Luciano Barbieri, macellaio che abita sulla piazza: ”Di notte l'arco viene utilizzato come porta da calcio fino alle 5 del mattino. Domenica mattina tutte le panchine e le aiuole erano invase da bicchieri e bottiglie di birra, con i giovani che hanno usato le sedie, lasciate dopo la conferenza di Magdi Allam, per fare dei bivacchi”. Alberto Cavallo, residente in Piazza del Popolo: “Sabato sera i locali avevano accesso la musica all' 1,15, ho chiamato i vigili urbani, ma non ha risposto nessuno. La legge deve valere per tutti. “ Il sindaco Alberto Gusmeroli: “Sono in arrivo telecamere di ultima generazione, individueremo tutti. Terremo i vigilantes anche dopo la fine dell'expo dell'arco.” E dalla zona lido i residenti dicono la loro. “ La musica di sera era veramente alta – affermano Lise Bufalari e Antonio Benedini, due tra i promotori dell'esposto che ha provocato l'ordinanza contro le aree musicali a lago. Martedì scorso la musica è andata avanti fino all' 1,45.” E dopo le sette multe ai locali, ne sono state assegnate altre cinque venerdì sera, quando la polizia municipale era in servizio. Queste ultime potranno essere di 308 euro, come affermato in precedenza dall'assessore Matteo Friz. Infatti solo il 16 giugno, con atto di giunta, è stata modificata e alzata da 50 a 308 euro la sanzione minima per la violazione di ordinanze (le precedenti multe erano antecedenti). Multe che, però, non sono state notificate ai gestori. Spiega Nino Muscarà (consigliere comunale PD):” La comandante dei vigili urbani ci ha spiegato che le sanzioni non sono state verbalizzate sul posto perché i vigili urbani erano impossibilitati ad accedere ai locali causa l'alto flusso di clienti. Saranno notificate entro 90 giorni.”  (M.R.)

 

 

 

 

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.