1

App Store Play Store Huawei Store

arona municipio

ARONA -26-09-2017-La giunta Gusmeroli

ha approvato il progetto di fattibilità della rotonda di via Chinotto (68.700 euro di lavori), dove sabato 26 agosto una donna è stata investita e uccisa, insieme al suo cane, sulle strisce pedonali. Un progetto in realtà promesso da tempo di cui si era discusso già a metà nel 2016 dopo che il Pd aveva presentato una mozione sul tema, respinta dalla maggioranza. Il sindaco Alberto Gusmeroli aveva spiegato che la rotonda era necessaria perché in quel tratto di via c’era la scuola elementare “Anna Frank” e che non ricorrevano elementi per l’urgenza. Sotto l’onda emotiva dell’incidente, il progetto ha avuto il via libera dal Comando dei Vigili Urbani due giorni dopo i luttuosi fatti, con un parere, citato in delibera, che prevede la realizzazione di due passaggi pedonali rialzati nel crocevia tra via Chinotto via II Giugno e via Nino Bixio, oltre a due passaggi pedonali a raso ed a delle prescrizioni che prevedono una parziale sormontabilità in favore di camion di grossa stazza. Gli ex consiglieri comunali Agostino Di Natale, Mara Cavalli e Mario Ziggiotto, esponenti della lista “Costruiamo il Futuro”, hanno attaccato con una lettera aperta il sindaco Gusmeroli, dicendo di aver sottovalutato la situazione: “Appena dopo il mortale incidente di via Generale Chinotto di fine agosto, il sindaco si premurò a segnalare pubblicamente che l’incarico per uno studio di fattibilità tecnica del nodo viario tra via Chinotto, via 2 giugno e via Bixio era stato già affidato, dando in tal modo l’impressione di volersi liberare dallo spettro di un incubo. Per la giunta il nodo viario in questione non presentava il carattere dell’urgenza: su quel tratto di strada qualche tempo prima era avvenuto un altro grave incidente, e i cittadini della zona avevano già chiesto la realizzazione di una rotatoria. L’amministrazione avrebbe dovuto già per questo solo fatto prestare particolare attenzione nel fissare i tempi.” A spalleggiare i tre anche l’ex presidente del consiglio Maria Lina Bocchetta. Il sindaco Alberto Gusmeroli ha replicato: “Considerazioni destituite di fondamento di persone che non hanno un giudizio sereno e non conoscono minimamente le dinamiche contabili”. (M.R)

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.